MENU

Biotecnologie per la Gestione Ambientale e l'Agricoltura Sostenibile (B225)

In questa pagina

Nome e caratteristiche del corso

Denominazione del corso in italiano: Biotecnologie per la Gestione Ambientale e l’Agricoltura Sostenibile (BIO-EMSA)

Denominazione del corso in inglese: BIOtechnology for Environmental Management and Sustainable Agriculture (BIO-EMSA)

Classe di laurea: LM-7 Classe delle lauree magistrali in Biotecnologie agrarie

Curriculum: NO

Durata del corso: 2 anni

Crediti: 120

Lingua in cui si tiene il corso: italiano

Website: https://www.bio-emsa.unifi.it/

SUA-CdS: accesso alla scheda del corso

Materiale informativo: clicca qui 

Video di presentazione del Corso:

Descrizione del Corso di Laurea Magistrale

Il Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie per la Gestione Ambientale e l'Agricoltura Sostenibile (CdLM BIOEMSA) si propone di fornite ai propri studenti le conoscenze e le competenze scientifiche e tecniche necessarie a:

i) comprendere ed interpretare, fino a livello cellulare e molecolare, gli effetti dei cambiamenti climatici e globali in atto sui sistemi biologici complessi e sulle loro singole componenti, in particolare quelli d’interesse agrario, agroalimentare e forestale,

ii) progettare e sviluppare prodotti e processi biotecnologici innovativi e sostenibili per la gestione dell’ambiente e delle produzioni primarie vegetali e animali, inclusa la valorizzazione di scarti e sottoprodotti dei processi agro-industriali, la lotta ecocompatibile alle avversità delle piante, la salvaguardia della biodiversità,

iii) elaborare analisi, studi, progetti di ricerca su tematiche legate alla gestione sostenibile dell’ambiente e della produzione primaria tramite approcci biotecnologici.

Pertanto, tale ampia e approfondita formazione, fortemente improntata alle più avanzate acquisizioni scientifiche e tecniche biotecnologiche e molecolari, oltre che alle discipline relative all’ambito agroforestale e dell’ambiente, è raggiungibile tramite un percorso formativo necessariamente multidisciplinare e che prevede una significativa componente di attività pratiche e di laboratorio.

Requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale

Possono accedere al corso di laurea magistrale, senza necessità di integrazioni didattiche, i laureati in Biotecnologie (L-2 - D.M. 270/2004) di tutti gli Atenei italiani, nonché il laureati della classe 1 ex DM 509/99 (Biotecnologie) con laurea conseguita presso qualunque Ateneo. Possono altresì accedervi, sulla base della verifica dei CFU acquisiti, coloro che siano in possesso di altro titolo di studio in discipline scientifiche conseguito in Italia o all'estero e riconosciuto idoneo.
E’ comunque richiesto l'aver conseguito 45 CFU in almeno tre dei seguenti settori scientifico disciplinari o una formazione equivalente per le lauree conseguite all'estero:

Settore Scientifico Disciplinare    Min-Max CFU

AGR/02 (Agronomia e coltivazioni erbacee) 0-9

AGR/07 (Genetica agraria) 0-6

AGR/13 (Chimica agraria) 0-15

AGR/16 (Microbiologia agraria) 0-15

BIO/01 (Botanica generale) 0-9

BIO/02 (Botanica sistematica) 0-6

BIO/03 (Botanica ambientale e applicata) 0-15

BIO/10 (Biochimica) 0-9

BIO/18 (Genetica) 0-9

BIO/19 (Microbiologia generale) 0-9

CHIM/03 (Chimica generale ed inorganica) 0-24

CHIM/06 (Chimica organica) 0-24

L'ammissione al corso è comunque subordinata alla conoscenza della lingua inglese da parte dello studente ad un livello che consenta la partecipazione alle attività didattiche in lingua inglese e l'utilizzo della letteratura scientifica internazionale (livello B2). L'adeguatezza della preparazione personale dei laureati sarà verificata, ai fini dell'ammissione al corso di laurea magistrale, mediante un colloquio di ingresso con una commissione nominata dal Presidente del CdS: sono richieste sufficienti conoscenze nelle discipline biologiche con particolare riferimento al settore agro-forestale e ambientale. 

Sbocchi occupazionali

Il laureato magistrale in BIOEMSA potrà operare, con funzioni di elevata responsabilità, nella direzione di laboratori, sia pubblici che privati, a prevalente caratterizzazione biotecnologica del settore agrario e ambientale, nel settore del disinquinamento, della conservazione, della protezione e del miglioramento delle risorse agrarie e dell'ambiente e nel coordinamento, anche a livello gestionale ed amministrativo, di programmi di sviluppo e sorveglianza delle biotecnologie applicate a tali comparti.
Il Corso di Laurea Magistrale in BIOEMSA consente l’accesso al Dottorato di Ricerca ed ai master di II livello. Il titolo conseguito, inoltre, permette la partecipazione al concorso per l’abilitazione alla libera professione di Biologo o di Dottore Agronomo e Forestale. I laureati che avranno crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori potranno- come previsto dalla legislazione vigente- partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l’insegnamento secondario.

Articolazione delle attività formative e eventuali curricula

Il Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie per la gestione ambientale e l’agricoltura sostenibile prevede:

  • 11 esami relativi ad altrettanti insegnamenti, di cui uno è a scelta dello studente su due esami Opzionali (“Bioeconomia e politiche ambientali” e “Diritto delle Biotecnologie Agroambientali”);
  • lo svolgimento di un tirocinio pratico applicativo;
  • lo svolgimento di tesi di laurea magistrale.

Lo studente dispone di 9 CFU a scelta autonoma. Tale scelta è soggetta all’approvazione del Consiglio di Corso di Laurea Magistrale. Lo studente potrà fare riferimento a tutti i corsi attivati nella Scuola e ai corsi attivati nell’Ateneo di Firenze. Allo studente è data anche la facoltà di utilizzare i crediti a scelta autonoma per il prolungamento del tirocinio di 3 CFU e per la frequenza proficua di attività formative di 3 o 6 CFU, organizzate dal Corso di Laurea Magistrale e dall’Ateneo e autorizzate con apposita delibera del Consiglio di Corso di Laurea Magistrale. L’ultimo semestre del secondo anno è prevalentemente destinato alle attività di preparazione della tesi.

Caratteristiche della prova finale per il conseguimento del titolo

La tesi di laurea magistrale consiste nello svolgimento di un’attività sperimentale, di ricerca o di sviluppo, inerente agli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale e nella stesura una tesi finale elaborata in modo originale dallo studente per la descrizione e il commento dei risultati ottenuti.

L’elaborato verrà discusso in seduta pubblica dinanzi ad una commissione di docenti che ne esprimerà una valutazione. Il Corso di Laurea Magistrale autorizza lo studente/la studentessa a redigere l’elaborato in lingua inglese.

Per essere ammessi alla discussione (prova finale) della tesi, che prevede l’assegnazione di 30 CFU, occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano di studio.

Piano di studio

vai alla pagina

Ordinamento e Regolamento Didattico

Ordinamento didattico: 2017

Regolamento didattico: 2022

Anni precedenti: 2021 202020192018  , 2017

Presidente

Prof.ssa Stefania Tegli 

L'organigramma completo è consultabile cliccando qui.

 

Tutor Universitario

1° anno - Liliana Rodolfi

2° anno - Stefania Tegli

Rappresentanti studenti

Silvia Bertazzini - silvia.bertazzini(AT)stud.unifi.it

Chiara Campagni - chiara.campagni(AT)stud.unifi.it

Sabrina Zambon - sabrina.zambon(AT)stud.unifi.it

Ultimo aggiornamento

25.07.2022

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni